lunedì 3 marzo 2008

Il Patriarca


Il Patriarca

Via Paradiso di Pastena 2 - Salerno
Tel.: 0897266564 sempre aperto
Tipo di cucina : casereccia
Fascia di prezzo : bassa
Valutazione complessiva: 5/5

Come arrivare: Dalla tangenziale di Salerno uscite allo svincolo di Pastena Giovi, se provenite da Fratte girate a sinistra in direzione Giovi e poi di nuovo a sinistra in direzione degli uffici postali, troverete un cartello che vi indica il locale che si trova subito dopo il sottopassaggio della tangenziale. Se provenite invece da Pontecagano, uscite sempre a Pastena-Giovi e poi girate a sinistra come indicato sopra. Ampio parcheggio custodito, purtroppo, da parcheggiatore abusivo con tanto di giubbetto catarifrangente.

Dopo un ottimo film per chiudere degnamente una serata non c'è nulla di meglio che una bella cenetta, così decidiamo di recarci alla masseria de "Il Patriarca", ristorante-pizzeria ospitato davvero in una vecchia masseria, memento di quando in questo lembo di terra fra Pastena e Torrione era ancora tutta campagna, e a dire il vero nei dintorni ce n'è ancora tanta, nonostante il fiorire di nuove costruzioni che cercano di combattere la crisi di alloggi della nostra città. Il ristorante è mandato avanti dalla famiglia che fino a qualche anno fa si occupava del pub-pizzeria "Red Lion" di via Aurofino a Torrione, e bisogna dire che hanno davvero fatto un bel salto di qualità, sia dal punto di vista quantitativo (ci sono ben 210 coperti suddivisi in tre sale) che qualitativo. L'offerta gastronomica è davvero ampia, si passa dagli antipasti sia di terra che di mare alle pizze, passando naturalmente per i secondi anche in questo caso suddivisi equamente fra proposte di pesce e di carne. Per iniziare un buon antipasto che, anche se chiesto per una sola persona, è davevro abbondante con mozzarella, ricotta, salumi e verdure grigliate sottolio, davvero deliziose. Per il secondo ci facciamo consigliare dal cameriere il quale ci propone delle ottime linguine al coccio, ed anche stavolta vale lo stesso discorso dell'antipasto: due porzioni che basterebbero per tre, essendo la pasta portata in tavola su di un carrello, con un'intera gallinella di mare (che poi sarebeb il coccio) tagliata a metà in diretta dal cameriere a fare da sfondo al piatto, e non meno di 300 grammi di pasta. Davvero squisita, anche se forse un pò asciutta nel condimento. Servizio davvero veloce ed impeccabile, nemmeno il tempo di riposarci dalla scorpacciata di linguine che veniamo deliziati da un ottima torta al cacao chiamata "Strega", per la presenza al suo interno ovviamente del famoso liquore della famiglia Alberti, preparata dalla famigerata pasticceria Pantaleone. Conto tutto sommato onesto se si pensa alla qualità ed alla quantità del mangiato, 38 euro per un posto in cui tornare sicuramente, ma non di giovedì: c'è il karaoke!
Tracklist consigliata : Garbage - the World Is Not Enough
Muse - Time Is Running Out

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Forse un po' troppo vip come posto mah comunque grazie mille per il consiglio ci siamo stati e si mangia bene.Pero' ho detto alla compagnia che sono stato io a trovare questo posticino nascosto.Giacomo da Montoro

antonio ha detto...

Caro Giacomo, non credo che il locale sia vip, comunque sono contento che tu abbia seguito il mio consiglio e che ti sia piaciuto. Piuttosto ti chiedo una cortesia: esiste ancora a Montoro quel ristorante, "Il Cigno", che preparava quell'enorme pizzone? Attendo tue notizie, grazie!

The Inviter ha detto...

io ci sono stato, purtroppo speravo in una serata tranquilla (e magari romantica!) ma proprio dietro la mia testa c'era la televisione con il volume sparato a 1000... e il proprietario sembra un pappone!

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

pagati 55 euro per due tagliate (quattro straccetti di carne su un poco di rucola e bastoncini di parmigiano sparsi), un antipasto di mozzarella, affettati e verdure (8 euro), acqua gaudianello e un aglianico di fascia bassa (villa matilde). come rapporto qualità prezzo lo trovo abbastanza alto. mai più.